Buon 2017!


Ci accingiamo a salutare questo 2016 e lo vogliamo fare rivolgendo i nostri ringraziamenti, i nostri saluti e proponendovi una sorta di rendicontazione del lavoro svolto quest’anno e dei programmi futuri…scusateci se saremo un po’ prolissi!
Partiamo dai ringraziamenti che sono doverosi e che abbiamo il piacere di rivolgere in primis agli adottanti, perché senza le loro adozioni i nostri sforzi nell’ aiutare queste creature sarebbero vani; grazie di cuore a loro quindi per aver donato una casa a questi bimbi e soprattutto per aver donato loro l’amore, le cure e le attenzioni di cui avevano bisogno. In questo album abbiamo raccolto le foto di ciascun peloso che, con il nostro aiuto, ha raggiunto in questo anno la propria famiglia.
Diciamo grazie di cuore ai nostri sostenitori che ci seguono, ci aiutano con le loro preziose donazioni, sia in denaro sia materiali, che con i loro racconti e il loro passaparola contribuiscono in qualche modo a far conoscere la realtà del nostro rifugio, grazie perché ci venite a fare visita per poter stare insieme anche solo qualche ora con i nostri ospiti per poter fare loro un po’ di coccole, grazie davvero per tutto.
Rivolgiamo il nostro grazie di cuore alle associazioni con cui collaboriamo e che ci hanno aiutato e continuano a sostenerci economicamente e/o con gli stalli dei cani che abbiamo scelto di salvare grazie anche alla loro disponibilità ad accoglierli.
Partendo dalle associazioni vogliamo rivolgere innanzitutto il nostro sentito grazie all’OIPA sezione di TREVISO, in particolare alla delegata Mara Canzian per averci dato la grande possibilità ai nostri sostenitori di elargire le proprie donazioni in sostegno dei nostri ospiti tramite l’Oipa stessa; grazie anche alla vice delegata, sempre di Oipa Treviso, Genny Bacchin che ha curato la grafica delle locandine di alcuni nostri eventi, dei biglietti di Natale e soprattutto dei nostri bellissimi calendari, oltre che il nostro logo che ben ci rappresenta. Grazie ai volontari di Oipa Treviso che si stanno occupando del nostro setter inglese Artù, che dopo 5 anni dall’adozione è stato “restituito” dalla famiglia adottiva perché nessuno se ne poteva più occupare.
Grazie alla presidente Laura Pontini dell’Associazione Lamento Rumeno Onlus per la fiducia riposta nel nostro operato e aver così sostenuto le spese veterinarie di alcuni rott quali Zaira, Thea e Gioia, per i quali il suo contributo economico è stato indispensabile per far fronte alle loro emergenze.
Grazie alla presidente Valentina Rondi dell’Associazione Ricomincio da Cane Onlus, che ha sostenuto certe spese per l’acquisto di farmaci e cibo specifico per alcuni nostri cani e per aver pagato le pensioni di due di loro che così insieme abbiamo aiutato, uno dei quali è già stato adottato.
Grazie a Francesca Berzaccola del Rifugio Tessa – Protezione Animali, che ha ospitato (pro-bono) per un lungo periodo la nostra Glenda dal momento che qui in rifugio noi non avevamo posto e che senza la sua disponibilità non saremo riusciti a far arrivare al nord.
Grazie a Stefania Bacilieri presidente dell’Associazione Il Cane di Oz e alla sua socia Federica Mazzucato che ci hanno ospitato e ospitano ancora i cuccioli meticci rott provenienti dalla provincia di Siracusa, Achille ed Ettore, quest’ultimo adottato qualche settimana fa, oltre ad Otello (ora Kiro) che hanno ospitato per una decina di giorni in attesa di essere trasferito in stallo a casa di Davide Donà all’isola di Murano (VE), dove si trova ancora oggi; ringraziamo anche Davide sentitamente per aver dato questa grande opportunità al nostro cucciolo avendogli concesso il privilegio di vivere in una casa e fare esperienze. Sempre a proposito di stalli casalinghi, grazie anche alla nostra volontaria Pasquina Carboni che ha dato fin da subito la disponibilità a prendere in stallo Zaira già dal suo arrivo da Palermo e che continuerà ad ospitarla ancora per qualche giorno fino a quando non andrà a casa definitivamente; vogliamo anche mettere in evidenza che Pasquina, con il suo encomiabile lavoro di recupero su Zaira, ha fatto raggiungere alla nostra nero focata un livello di fiducia e sicurezza che le ha permesso di raggiungere un buon grado di adottabilità in tempi decisamente brevi.
Per fare un minimo di bilancio, possiamo dire che quest’anno abbiamo davvero dato seguito ad un gran numero di emergenze, tutte di cani che erano in grave difficoltà (tante rinunce di proprietà e/o cani abbandonati al sud Italia)…per la maggior parte di loro abbiamo già provveduto a dare le cure necessarie, a trovare la sistemazione il più adatta possibile qui in rifugio o nelle strutture di nostra fiducia e per molti di loro sono anche concretizzate delle splendide adozioni come potete vedere in questo album, molti altri cercano ancora casa:

I programmi per il futuro sono volti a continuare in questa opera di volontariato per aiutare gli ospiti già presente e quanti più rott ci sarà possibile; lo faremo con una squadra di lavoro che lo scorso 27 dicembre si è costituita associazione, ebbene si, è nata l’Associazione La Casa di Dora!! Nel mese di gennaio avremo modo di fare la registrazione all’agenzia delle entrate per l’assegnazione del codice fiscale e poi dovremo attendere i tempi burocratici per essere iscritti nel registro delle ONLUS, dal momento che ancora non lo saremo nell’immediato; in ogni caso, ad oggi, siamo associazione a tutti gli effetti.
In questa squadra di lavoro in particolare ringrazio Selene Mazzarella che è la nostra educatrice cinofila di riferimento, nonché vice presidente dell’Associazione, per il grande supporto che dà a questa struttura a partire dal lavoro che fa con gli ospiti del rifugio.
A proposito di programmi futuri, a partire dalla primavera prossima ci sarà più di qualche appuntamento con i nero focati: vorremo festeggiare il primo lustro dalla nascita del rifugio, fare altri seminari per promuovere la cultura cinofila soprattutto con particolare attenzione ai rott, incontrarci nuovamente per le cene di raccolta fondi e molto altro ancora, nella viva speranza che siate sempre desiderosi di seguirci e sostenerci.
Lasciamo quindi il 2016 con la consapevolezza di avere ancora molto da fare per aiutare gli ospiti che ci sono già, inizieremo fra poco un nuovo anno con la speranza di riuscire a fare ancora molto per loro e per quelli che avranno bisogno del nostro aiuto, noi ce la metteremo tutta come sempre, vi chiediamo solo di continuare a sostenerci e di non lasciarci soli, come bene si sa, l’unione fa la forza e, aggiungeremo, la felicità di molti rott che potranno avere la possibilità di una nuova vita!
Tanti auguri a voi per uno splendido 2017 da parte di tutti noi e dei nostri bimbi nero focati!
Grazie a di cuore a tutti!
Alessandra Barbisan
presidente dell’Associazione La Casa di Dora e tutto lo staff!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *